Loading...

Scegliere la giusta attività sportiva

16-11-17

L'attività sportiva deve essere scelta in base agli obiettivi che ci prefiggiamo per il nostro fisico. Vi diamo alcune dritte per non sbagliare

Anche quest’anno si è temporeggiato troppo… e il buon proposito di iscriversi in palestra slitterà al nuovo anno. Invece che dedicarsi alla dura disciplina della maratona da divano, sarebbe meglio mettete in pausa la serie tv del cuore e il sacchetto di patatine. Di sicuro non saranno questi i i giusti alleati per ritrovare il peso forma.

E’ il momento di mettersi a tavolino e fare un’attenta valutazione per la scelta dello sport giusto, in base al traguardo da voler raggiungerein tempo per la prova costume (per fortuna ancora lontana).

Iniziamo con un suggerimento elementare ma non del tutto scontato: l’attività sportiva a cui dedicare le ore libere giornaliere dovrà essere prima di tutto allettante. In sostanza, anche lo sport deve dare piacere, altrimenti l’allenamento perderebbe ogni beneficio e si tramuterebbe in un incubo.

Detto questo, veniamo alla valutazione di un altro aspetto importante, ossia il fattore tempo. L’allenamento per chi va sempre di fretta è quello ad alta intensità. In questo caso specifico, le discipline più gettonate sono il crossfit o gli allenamenti funzionali come il Trx: esercizi in piedi o a terra con l’ausilio di due tiranti.

Necessita bruciare più calorie possibili ed eliminare gli odiosi cuscinetti provocati dall’attività sedentaria in ufficio? La risposta giusta è data dal walking, ossia la camminata veloce. Ricordate che le attività aerobiche sono quelle che fanno bruciare più grassi, mentre quelle anaerobiche fanno consumare più zuccheri: se dovete perdere peso, scegliete le prime. Stessi risultati potrete ottenerli con lo Spinning, la marcia o lo sci di fondo. Il re assoluto degli sport per il dimagrimento è, udite udite, il running. Abbiate, però, l’accortezza di mantenere una velocità superiore ai 12 Km all’ora. Molto indicate sono anche le arti marziali in cui ci si può scatenarein “calci volanti” bruciando circa 770 calorie orarie.

Infine il nuoto, che polverizza circa 700 calorie all’ora.

Oltre la salute del cospo, è giusto pensare anche alla salute del proprio spirito, quindi ad riequilibrio delle proprie energie, con la pratica dello PYK (Pilates, Yoga e Kiropratica) e del Reiki, nelle sue varianti più dinamiche (ce ne sono svariate tipologie), oppure un’arte marziale come il Thai Chi. La circolarità dei movimenti e la stimolazione del senso di equilibrio che vengono messe in atto durante la disciplina, insegnano a controllare il respiro e vi aiutano a combattere l’ansia e lo stress.

Quando, invece, i problemi derivano da contratture muscolari e dolori al tratto cervicale, si può intervenire con la ginnastica posturale. L’istruttore potrà consigliare una serie di semplici esercizi che potrete ripetere quotidianamente, in modo da salvaguardare spalle e braccia. Il Pilates, poi, è un toccasana per rinforzare la muscolatura della schiena: anche in questo caso, è sempre meglio affidarsi a un buon istruttore che sappia individuare i punti di disequilibrio e le criticità.

Adesso non ci sono più scuse. Con tutte queste proposte, l’unico intoppo è l’imbarazzo della scelta.

Richiedi maggiori informazioni


Nome (*)
Cognome (*)
Città (*)
Telefono (*)
E-mail (*)
Messaggio (*)


[recaptcha]

Informativa Privacy (*)

INFORMATIVA ex art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679

Letto e compreso



I campi contrassegnati con il simbolo (*) sono necessari per inviare il messaggio.